STATUTI - tiratori paradiso

AGGIORNATO IL 4.11.2018
Via Parco Campestro 1-3, 6916 Grancia
Vai ai contenuti

STATUTI

SOCIETÀ
stss - statuti

Statuto Società Tiratori San Salvatore
Statuto approvato il 6 novembre 1996

 

I. Sede e scopo della società

Art. 1


La Società Tiratori San Salvatore è costituita conformemente agli art.60 e seguenti del Codice Civile Svizzero ed ha quale recapito la Casella Postale 215, 6915 Pambio-Noranco. La stessa è affiliata alla Federazione Cantonale Ticinese delle Società di Tiro con sede a Bellinzona.

La Società è apolitica, aconfessionale e senza scopi di lucro. Ha come scopo principale il promovimento di ogni singolo cittadino all'uso delle armi d'ordinanza nell'interesse della difesa nazionale, ed al tiro sportivo.

Per raggiungere tale fine, essa si impone di:

A. rendere possibile l'esecuzione degli esercizi di tiro a tutti i militari obbligati allo stesso
B. addestrare al tipo di competizione tutti i cittadini svizzeri e stranieri domiciliati (per questi ultimi è necessario il benestare delle Autorità militari cantonali)
C. favorire ai soci la formazione e la pratica dello sport del tiro a segno
D. promuovere lo spirito di camerateria fra i Società


II. I soci


Art. 2


Ammissione

Sono ammessi quali soci tutti i cittadini svizzeri d'ambo i sessi che godono dei diritti civili, gli stranieri domiciliati (vedi art. 1) ed i giovani che abbiano frequentato con successo un corso per Giovani Tiratori. Età minima 15 anni.

Art. 3


Tipo di socio

In seno alla Società si distinguono tre gruppi di soci:

A. Sezione Attivi, alla quale sono iscritti tutti i soci appartenenti alle categorie di tiro a 300m, pistola e piccolo calibro
B. Soci Sostenitori, alla quale sono iscritte tutte quelle persone che col loro apporto contribuiscono al mantenimento della Società senza il diritto d'uso delle infrastrutture del Poligono
C. Soci Onorari, alla quale appartengono tutti i soci che si sono resi meritevoli di speciali benemerenze verso la Società


Art. 4


Tassa sociale


Le quote sociali annuali delle Sezioni Attivi sono fissate dall'assemblea ordinaria su proposta del comitato

Art. 5


Presenze all'assemblea dei soci


Alle deliberazioni assembleari sono ammessi tutti i soci della Sezione Attivi, Sostenitori e Onorari.
I soci sostenitori possono presenziare ma senza diritto di voto.

 

III. Ammissioni - Dimissioni - Espulsioni

Art. 6


Decisione di ammissione

Le ammissioni alla Sezione Attivi devono essere date per iscritto ed approvate dal Comitato.

Dimissioni

Sono richieste le dimissioni scritte per i membri di Comitato.

I soci della Sezione Attivi che non pagano la loro quota sociale sono esclusi dalla sezione e automaticamente dalla Società.

I soci Sostenitori che non versano i loro contributi nel corso dell'anno perdono il diritto di partecipazione all'assemblea.

Art. 7


Espulsioni

Le espulsioni possono essere ingiunte per i seguenti motivi:

w violazioni gravi dello statuto e/o decisioni dell'assemblea e/o del Comitato
w lesione degli interessi della Società.

Il Comitato può sospendere il socio sino alla decisione dell'assemblea. Nel caso un socio venga espulso, il Comitato può notificare l'espulsione alla Federazione Ticinese delle Società di Tiro ed al Dipartimento Militare.

 


IV. Organi Sociali


Art. 8


Sono organi della Società:

A. l'assemblea dei soci
B. il Comitato
C. la commissione di revisione dei conti

 


V. Assemblea dei soci

Art. 9


Riunione

L'assemblea generale si riunisce ordinariamente ogni anno entro la fine di febbraio e straordinariamente a giudizio del Comitato o su richiesta scritta di almeno 1/5 (un quinto) dei soci.

Art. 10


Competenze

Sono di competenza dell'assemblea ordinaria:

A. l'approvazione della gestione sociale
B. la nomina degli organi direttivi della Commissione di revisione dei conti
C. la fissazione delle tasse sociali
D. la proclamazione dei soci onorari
E. l'approvazione del programma per l'anno entrante
F. la nomina del Presidente
G. la nomina del Comitato
H. l'espulsione dei soci indesiderati

Art. 11


Decisioni

Le decisioni vengono prese a maggioranza e per alzata di mano. L'assemblea può decidere, sempre a maggioranza, lo scrutinio segreto o altro sistema di voto. A parità di voti, il voto del Presidente conta doppio.

Art. 12


Convocazioni

La convocazione dell'assemblea (ordinaria o straordinaria) avviene in forma scritta a tutti i soci e con pubblicazione agli albi comunali dei comuni consorziati. La stessa deve essere fatta almeno 15 (quindici) giorni prima della data stabilita.
Il socio può richiedere il resoconto dei conti qualora lo desiderasse, oppure lo può visionare 10 (dieci) giorni prima dell'assemblea al Poligono di tiro.

Art. 13


Validità dell'assemblea

L'assemblea ordinaria o straordinaria è valida qualunque sia il numero dei soci presenti.

VI. Il Comitato

Art. 14


Composizione e carica

Il Comitato è composto da un minimo di 5 (cinque) ad un massimo di 15 (quindici) membri così suddivisi:


1 (un/a) Presidente
1 (un/a) Vice Presidente
1 (un/a) Segretario
1 (un/a) Cassiere
1 (un/a) Direttore di Tiro
1 (un/a) Direttore dei Corsi Giovani Tiratori
9 (nove) Membri

Esso resta in carica 2 (due) anni ed è rieleggibile.
Nel caso di necessità il Comitato può creare delle commissioni o dei gruppi di lavoro non permanenti.

Art. 15

Nomina

Il/la Presidente e il Comitato sono nominati dall'assemblea.
Il Comitato designa nel proprio seno il/la vice presidente, il/la cassiere, il/la segretario/a, i responsabili dei settori ed il/la direttore di tiro.

La carica di Direttore di Tiro può essere affidata esclusivamente ai soci che abbiano eseguito con successo un corso monitori di tiro.

Art. 16


Vincolo di firma

La firma del Presidente, in sua assenza quella del Vice Presidente con quella del Segretario, vincola la Società nelle pratiche amministrative ordinarie.
Impegni di carattere straordinario, indipendenti dal programma allestito ed approvato in apertura di esercizio, dovranno essere autorizzati dall'assemblea.


Art. 17


Compiti

L Comitato gestisce gli interessi sociali, fissa il calendario annuale ed organizza i Tiri Obbligatori ed il Tiro di Sezione in Campagna ed altri tiri di competizione.

Art. 18


Nell'esplicazione del suo mandato il Comitato è tenuto ad uniformarsi alle vigenti leggi ed ordinanze emanate dalle competenti Autorità militari federali e cantonali.

 

VII. Commssione di revisione

Art. 19


Composizione e carica

La Commissione di revisione dei conti è composta di 3 (tre) membri che restano in carica 2 (due) anni.
1 (uno) di essi non è rieleggibile.

Art. 20


Compiti

La Commissione di revisione esamina la gestione sociale ne dà scarico all'assemblea mediante rapporto scritto.

 


VIII. Finanze


Art. 21


Entrate

La Società provvede al suo regolare funzionamento mediante le quote sociali, i sussidi federali e cantonali, gli utili conseguiti nelle gare di tiro ed eventuali donazioni.

Art. 22


Responsabilità verso terzi

La Società risponde di fronte ai terzi unicamente con il patrimonio sociale. È esclusa la responsabilità personale dei singoli soci.


Art. 23


Responsabilità del Comitato

Il Comitato è responsabile di fronte alla Società per tutto il patrimonio a lui affidato.

 

IX. Revisione dello statuto


Art. 24


Modifiche

Il presente statuto può essere modificato dall'assemblea a maggioranza semplice dei membri presenti aventi diritto di voto, riservando l'approvazione dell'Autorità militare cantonale.

La trattanda deve essere esplicitamente indicata nell'ordine del giorno.
Eventuali proposte di modifiche dello statuto devono essere presentate al Comitato, che le preavvisa e le sottopone all'assemblea.

 

X. Scioglimento della Società


Art. 25


La Società può essere sciolta mediante deliberazione dell'assemblea a ciò appositamente convocata e con la maggioranza dei 2/3 (due terzi) dei soci aventi diritto di voto.

Il patrimonio sociale dovrà essere consegnato all'Autorità militare cantonale, la quale lo amministrerà e lo consegnerà che sorgerà con i medesimi propositi.


Art. 26


Il presente statuto è stato approvato dall'Assemblea nella sua seduta del 23 febbraio 1996 ed entra in funzione con l'approvazione del Dipartimento militare cantonale.
Esso abroga gli statuti dell'11 luglio 1956 e del 2 aprile 1969.

SOCIETÀ TIRATORI SAN SALVATORE PARADISO
Il Presidente
Il Segretario
M. Bernasconi
N. Bernasconi
DIVISIONE DEGLI AFFARI MILITARI E DELLA PCi
Il Direttore della Divisione
Il Capo Ufficio degli Affari Militari
Col. R. Mombelli
Magg. F. Conti
Bellinzona 6 novembre 1996

Torna ai contenuti